Bacheca

Europa dell’Est, la meta da sogno per gli amanti delle avventure amorose

amanti delle avventure amorose Posted On
Posted By Redazione Economia

Come ci confermano gli esperti di www.gnoccatravels.com, un punto di riferimento fondamentale per tutte le persone che cercano di organizzare il proprio viaggio a tema “divertimento” in sicurezza e con maggiore consapevolezza, l’Europa dell’Est è probabilmente la meta di maggiore ambizione per tutti gli amanti di questo genere di avventure. Ma perché?

Iniziamo con il rammentare come, tradizionalmente, i luoghi più popolari per chi cerca di combinare il turismo con qualche scappatella sono quelli dell’Asia, come le Filippine, la Thailandia e la Cambogia. Altre destinazioni popolari sono altresì i Paesi Bassi, il Brasile, la Repubblica Dominicana e la Spagna. Nel corso degli ultimi decenni, tuttavia, l’Europa dell’Est ha occupato un ruolo sempre più importante come destinazione per questo settore turistico.

I motivi sono numerosi. Non solo questa macro regione offre alcune delle più belle città e punti di riferimento culturali che si possano desiderare nel vecchio Continente, e non solo molti Paesi hanno legalizzato la prostituzione, bensì possono anche offrire voli a basso costo, e un costo della vita molto competitivo.

Detto ciò, appare evidente che definire l’Europa dell’Est come un’unica destinazione possa talvolta risultare un po’ complicato, in quanto alcuni contorni sono geografici, mentre altri sono di natura socio-politica. Complessivamente, però, ci si può riferire all’Europa dell’Est puntando la bussola su Bielorussia, Bulgaria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lituania, Lettonia, Moldavia, Polonia, Romania, Russia, Slovacchia e Ucraina. Ognuno ha i propri lati positivi e negativi e, dunque, trovare una meta da dove partire potrebbe essere piuttosto difficile.

Il nostro suggerimento è comunque quello di sperimentare la Bulgaria e, in particolar modo, la sua capitale Sofia. Città romantica, può vantare un quadro normativo oramai sperimentato per la prostituzione, anche se il turismo sessuale organizzato è proibito, e quindi non si possono trovare bordelli autorizzati nel paese. Poco male, comunque, per gli appassionati di questo genere di avventure: le ultime statistiche elaborate affermano che a Sofia operano circa 8.000 lavoratori professioniste del sesso, che prestano servizio alla gente del luogo e ai turisti.

Per chi preferisce, ci sono diversi strip club molto noti. Non è un caso che Sofia sia diventata negli anni una destinazione popolare per feste di addio al celibato e che ci sono molte agenzie di pianificazione di eventi che gestiscono week-end per ragazzi che vogliono proprio dedicarsi a questo tipo di attività “adrenaliniche”.

Sofia è naturalmente anche un luogo meraviglioso per godere di viste panoramiche della città ed è ricca di un profondo patrimonio culturale, principalmente riconducibile al recente passato comunista, o ai secoli di dominio ottomano.

In alternativa a Sofia, se state pensando di andare in Bulgaria, varrebbe comunque la pena di prendere in considerazione Varna. Situata nella parte orientale del paese, sulla costa del Mar Nero, Varna è una delle città turistiche della Bulgaria. Famosa per le sue spiagge di sabbia dorata e il suo tesoro archeologico, Varna ha un’atmosfera vacanziera davvero rilassante e… non mancherà di accontentare tutte (ma proprio tutte) le vostre ambizioni!

Related Post

leave a Comment