Bacheca

Perché si va ancora dai cartomanti

Perché si va ancora dai cartomanti Posted On
Posted By Redazione Economia

La nostra società è molto cambiata negli ultimi anni; internet ha fatto ormai breccia nel cuore di molti, che ne sfruttano le varie possibilità quotidianamente; la scienza è sempre più presente nelle nostre vite. Nonostante questo ci ostiniamo a rimanere attaccati ad alcuni retaggi del passato, uno di questi è la cartomanzia.

Solo considerando l’Italia, circa 13 milioni di persone si affidano regolarmente al responso della divinazione; del resto oggi è possibile trovare cartomanti online su www.esotericus.it, senza neppure uscire di casa. Ma quali sono le motivazioni che spingono chi va dal cartomante?

I dubbi sul futuro

Che si sia dei grandi utilizzatori di internet non significa necessariamente essere concreti e logici in ognuna delle proprie scelte. I dubbi su ciò che avverrà domani attanagliano oggi le persone, così come facevano ieri. Per questo motivo sono svariati i metodi che si utilizzano per la divinazione, per riuscire a comprendere in anticipo quale sia la strada migliore da percorrere.

C’è chi lo fa valutando i “segni” che vede nel proprio quotidiano, come ad esempio un corvo che solca il cielo o un uovo che cade dal frigorifero rompendosi. Altri invece si affidano al consiglio di persone esperte, come sono i cartomanti.

Cos’è la cartomanzia

La cartomanzia è un’arte divinatoria antica, i cui successi sono però abbastanza “recenti”. Si utilizza, per comprendere e afferrare qualche informazione sul futuro, un mazzo di carte. Preferibilmente queste carte sono i cosiddetti arcani, o tarocchi, un particolare mazzo che è entrato nella cultura europea solo nel corso del 1500.

Sembra però che queste lame, così sono chiamate le singole carte dei tarocchi, affondino le proprie radici nel medioevo, quando erano usate soprattutto per i normali giochi di carte da praticare all’osteria o negli incontri con gli amici.

Da sempre l’uomo ha cercato di scoprire cosa il futuro aveva in serbo, gli antichi egizi utilizzano metodi di divinazione diversi dalle carte, a volte anche cruenti o difficili da comprendere per l’uomo moderno.

Scoprire il futuro: cosa si chiede al cartomante

Anche se ogni soggetto che va dai cartomanti ha le proprie domande del tutto personali, i temi in gioco sono più o meno sempre gli stessi: amore, lavoro, salute, soldi. Sono i medesimi che leggiamo in qualsiasi oroscopo, o su cui desiderano informazioni coloro che si fanno leggere la mano.

Del resto sono i temi fondamentali della vita, più pratici e concreti rispetto a concetti più astratti, come ad esempio la felicità, la completezza dell’esperienza della propria vita, il senso di compimento del proprio ruolo nel mondo.

Spesso le motivazioni che spingono a cercare un vaticinio sono ben precise; chi vuole sapere qualcosa della sua salute spesso ha già in mano la diagnosi da parte di un medico; chi interroga le carte per avere informazioni sull’amore ha già visto una persona che le fa battere il cuore. Nonostante questo chiediamo alle carte di darci qualche informazioni in più, di dirci se ciò su cui ci stiamo concentrando è effettivamente la scelta corretta.

Related Post

leave a Comment